Card Cultura è un servizio del Comune di Bologna, realizzato in collaborazione con Bologna Welcome, con i musei pubblici e privati del territorio, con il sostegno dell’IBC-Istituto per i beni artistici e culturali della Regione Emilia-Romagna e la partecipazione della Città Metropolitana di Bologna.

Un nuovo nome, una nuova immagine e tanti nuovi vantaggi. La “Card Musei Metropolitani di Bologna”, il principale strumento di accesso all’offerta culturale della città, cambia veste e si rinnova.

Il nuovo abbonamento prende il nome di “Card Cultura” e si arricchisce di ulteriori sconti, convenzioni e vantaggi riservati agli abbonati, diventando il più ricco e conveniente abbonamento per la fruizione culturale del nostro territorio. Cinema, teatro e musica si affiancano alle proposte legate a mostre e musei.

Rimane invariata la durata di 12 mesi a partire dal momento dell’attivazione, così come rimane invariato il costo di 25 euro (intero) per usufruire dell’ampia offerta dell’abbonamento.

Cambia invece il costo per gli Under 26, che scende a 15 euro, con l’obiettivo di agevolare i più giovani nella fruizione degli eventi culturali del territorio, offrendo uno strumento importante come la Card Cultura a un prezzo davvero contenuto.

La nuova Card Cultura non offre solo una scontistica sugli ingressi ai musei e mostre, ma vuole essere un vero e proprio strumento di promozione e creazione di attività culturali dedicate.

Come in passato infatti la card continuerà ad offrire ingresso gratuito illimitato alle collezioni permanenti e ridotto alle mostre temporanee di tanti musei della città e dell’area metropolitana. Aumenta però il numero delle istituzioni culturali aderenti, si arricchisce la proposta per quello che riguarda il cinema, gli spettacoli teatrali e i concerti e i festival e nasce un nuovo programma di iniziative dedicate in esclusiva ai possessori della Card.

Restano confermati gli ingressi gratuiti ai musei di Bologna e dintorni: si va da tutta l’offerta dell’Istituzione Bologna Musei a quella del circuito Genus Bononiae, fino ai musei Universitari, la Pinacoteca e il Teatro Anatomico all’Archiginnasio. In Città metropolitana la scelta è vasta e comprende numerosi musei della pianura fino a Imola e all’Appennino. Aumenta il numero delle adesioni per quanto riguarda gli ingressi ridotti alle mostre temporanee, con spazi espositivi non solo su Bologna ma su tutta la regione Emilia Romagna.

Per quanto riguarda il cinema, si amplia il numero delle sale aderenti, che da quest’anno offrono agli abbonati non solo sconti speciali ma, in alcuni casi, anche la possibilità di avere posti riservati gratuiti o la possibilità di partecipare a proiezioni dedicate.

Anche nell’ambito dei teatri e dei festival aumenta il numero delle adesioni così come gli sconti per i possessori della Card, con riduzioni che vanno dai 5 ai 10 euro sul prezzo dei biglietti interi e promozioni speciali su alcuni spettacoli riservati agli abbonati.

Non meno importante il calendario di appuntamenti, conferenze, incontri con curatori e autori, visite guidate, accessi a porte chiuse, spettacoli riservati ed eventi speciali organizzati in esclusiva per i possessori della Card, che potranno in questo modo godere di un rapporto privilegiato con l’arte e la cultura del territorio e scoprire da vicino l’enorme patrimonio di Bologna e dintorni.